Terra di Briganti - Coda di Volpe 2022 - 13,5% - 91 points ZWC

Quando apri una bottiglia della Cantina Terra di Briganti ti trovi catapultato in un mondo enoico parallelo.

Le fermentazioni spontanee con lieviti indigeni, le uve in biologico trattate solo con rame e zolfo, l’assenza di solfiti, il rispetto dei tempi, l’assenza di manipolazioni indotte o con forzature, solo il rispetto della natura.

Credo che una delle loro migliori espressioni sia questa “Coda di Volpe”, energica come non mai, forte dei suoi 13,5% di alcool ma con tanta freschezza.

“Coda di Volpe” è il vitigno per eccellenza in questa parte di terra campana, la memoria storica ripercorre migliaia di anni fino ad arrivare a Plinio il Vecchio che per primo citò questo vitigno.

"Minus tamen, caudas vulpinum imitata, alopecia”, nella sua Naturalis Historia, Plinio il Vecchio indica i vitigni adatti ad essere coltivati a pergola, lodando il “Coda di Volpe” perché apprezza il territorio ed in particolare dice: "Il terreno e l'ambiente, non solo l'uva, fanno la differenza, e giova a questo vino l'invecchiamento."

Il suo nome deriva appunto da “Cauda Vulpium” dalla forma del suo grappolo: curvo e lungo, che fa pensare alla bellissima coda di una volpe. 

A noi non resta che degustare il nostro calice, il suo colore ambrato frutto della lunga fermentazione, apprezzare la sua intensità e persistenza.

L’abbinamento ideale, con un piatto di pesce salato o un primo con bottarga di tonno senza dimenticare una bruschetta con alici di menaica, prelibatezza tutta campana.

Terra di Briganti - Coda di Volpe 2022 - 13,5% - 91 points ZWC

Zosimo Consiglia:

Invecchiamento: da bere subito

Investimento: ottimo

Rapporto Qualità/Prezzo: ottimo

Indice di piacevolezza: 7/10

Maggiori dettagli, scheda tecnica degustativa e confronto tecnico inviando una email a wineforyou@zosimo.wine

Follow me!